10 Droghe (Legali) Che Inducono Un Viaggio Psichedelico

Pubblicato :
Categorie : BlogCactus Da MescalinaErbe e SemiSostanze psichedeliche
Ultima modifica :

Droghe Viaggio Psichedelico


Sebbene gran parte delle sostanze psichedeliche siano considerate illegali in molti Paesi, ve ne sono alcune poche che fanno eccezione. Dalle piante usate nella foresta pluviale per potenti pozioni psichedeliche, alla mistica Morning Glory, eccovi una lista di 10 sostanze che vi daranno un viaggio psichedelico.

La parola “psichedelia” deriva dal greco antico “psyché”, che significa mente o anima, e “deloo”, che significa rivelare. Le sostanze psichedeliche, rivelatrici dell'anima, possono spesso portare ad un profondo livello di comprensione e coscienza, con nuove rivelazioni riguardo non solo alla nostra propria anima, ma in generale alla realtà e all'esistenza.

NOTIZIA CORRELATA
I 10 Fatti Più Sorprendenti Sugli Psichedelici

Rispolverare la storia e leggere sui nuovi sviluppi può essere un po' noioso, ma come è lecito aspettarsi dal mondo degli psichedelici...

Le sostanze psichedeliche possono essere sia naturali che sintetiche. Fra gli psichedelici più noti si trovano LSD, mescalina, psilocibina, e DMT. Certi possono essere legali, mentre altri sono illegali. Ecco una lista di alcuni di questi psichedelici presenti in natura, che sono legali in certi Paesi (più o meno).

1. AYAHUASCA

Ayahuasca

L'Ayahuasca (Psychotria viridis) è ampiamente utilizzata come enteogeno in rituali sciamanici nelle regioni amazzoniche del Sud America. L'Ayahuasca non è una singola pianta, ma è il nome di una bevanda che si prepara con diverse sostanze. Le popolazioni indigene della foresta pluviale usano tradizionalmente Psychotria viridis e Banisteriopsis caapi per preparare la pozione, ma talvolta si usano anche altre piante della foresta tropicale.

La cosa degna di interesse nell'Ayahuasca è che le singole piante utilizzate nella sua preparazione spesso non hanno in sé alcun effetto psicoattivo. La Psychotria viridis, per esempio, contiene naturalmente della DMT, ma è solo in combinazione con un'altra pianta come Banisteriopsis caapi, che agisce come inibitore della MAO, che la DMT diventa attiva all'assunzione per via orale. In molti Paesi, le piante con cui preparare l'Ayahuasca sono legali, sebbene l'estrazione ed il possesso di DMT non lo siano.

2. HAWAIIAN BABY WOODROSE

Hawaiian Baby Woodrose

La “Hawaiian Baby Woodrose” (Argyreia nervosa) è una pianta rampicante perenne, con larghe foglie a forma di cuore e fiori bianchi a trombetta, originaria dell'India. Si ritiene che il suo principio attivo sia lo LSA, un alcaloide psichedelico esistente in natura, precursore del LSD.

Paragonata a quella con lo LSD, e malgrado abbiano una struttura chimica simile, l'esperienza psichedelica del LSA è diversa. Normalmente più blanda rispetto agli effetti del LSD, generalmente induce uno “high” mentalmente più lucido e con maggior concentrazione.

Mentre l'estrazione ed il possesso di LSA sono vietati in molti Paesi, la Hawaiian baby woodrose in sé non lo è.

NOTIZIA CORRELATA
La Hawaiian Baby Woodrose: Un Allucinogeno Naturale

L'LSA è un allucinogeno sempre più popolare e i semi di Hawaiian Baby Woodrose sono l'alternativa legale per sperimentare le sue proprietà psichedeliche.

3. MIMOSA HOSTILIS

Mimosa Hostilis

Mimosa hostilis, comunemente nota come Jurema, è un albero sempreverde originario del Brasile, ma lo si può trovare fino al Messico meridionale. Le foglie, la corteccia, e le radici dell'albero contengono l'ingrediente psicoattivo DMT, ma tuttavia, come nel caso di certe piante usate per preparare l'Ayahuasca, è necessaria l'aggiunta di un inibitore della MAO per rendere attiva la DMT.

L'effetto della Mimosa hostilis è molto simile a quello dell'Ayahuasca, ma la pianta non è tradizionalmente usata per preparare la bevanda. Le pozioni psichedeliche fatte con Mimosa hostilis vengono chiamate “analoghe dell'Ayahuasca”, o “anahuasca”.

In gran parte dei Paesi, la Mimosa hostilis non figura sulla lista delle piante controllate, il che significa che è legale – tuttavia, la DMT che se ne può estrarre ne rende lo statuto legale talvolta ambiguo.

4. CACTUS MESCALINICI

Peyote

Il più universalmente noto dei molti cactus sacri contenenti mescalina è il Peyote (Lophophora williamsii), sebbene ve ne siano altre varietà come il cactus San Pedro (Echinopsis pachanoi), o la Torcia boliviana (Echinopsis lageniformis).

Nella maggior parte dei Paesi in tutto il mondo la mescalina è una sostanza controllata, e perciò illegale. I cactus che contengono mescalina, però, non lo sono.

In America centrale, Messico, ed anche nel sudovest del Texas, il cactus del Peyote ha una lunga storia di utilizzo in cerimonie sacre e rituali sciamanici, ed i suoi effetti psichedelici sono noti da migliaia di anni. Sebbene consumare mescalina sia illegale negli USA ed altri Paesi, i membri della Chiesa Nativa americana, la cui religione comporta l'uso sacramentale del Peyote, sono dispensati dalla proibizione.

NOTIZIA CORRELATA
Come Consumare Un Cactus Di Mescalina

La mescalina, radicata nella tradizione dei nativi americani, viene usata oggi come potente psichedelico con notevoli potenzialità spirituali.

5. YOPO

Yopo

Lo Yopo (Anadenanthera peregrina) è un albero sempreverde originario di Sud America e Caraibi. L'albero può raggiungere un'altezza di 20 metri, con una corteccia cornea e fiori sferici di color giallo pallido o bianchi.

Le fave di Yopo contengono DMT e l'alcaloide bufotenina. Per quanto la DMT dello Yopo non sia attiva oralmente, induce comunque un blando effetto psicoattivo.

Lo Yopo viene tradizionalmente consumato sotto forma di tabacco da fiuto, ma assumerlo in questa maniera provoca un insopportabile dolore alle narici. A causa di questo dolore, lo si consuma di solito insieme ad altre persone, usando un tubo per soffiarsi la polvere nel naso l'uno con l'altro .

Entrambi i composti attivi dello Yopo, DMT e bufotenina, sono classificati come sostanze controllate, e ne sono vietati estrazione e possesso. La pianta dello Yopo in sé è tuttavia legale in gran parte dei Paesi.

6. MORNING GLORY

Morning Glory

Il nome “Morning Glory” (in italiano “Bella di giorno”) è impiegato per designare più di 1000 specie della famiglia delle Convolvulaceae, fiori che crescono in molte aree del mondo. Alcune specie di Morning Glory sono state usate per fini ricreativi o medicinali da tempi antichi, come è il caso delle Turbina corymbosa ed Ipomoea tricolor. Queste sono conosciute anche con altri nomi, come Heavenly Blue, Pearly Gates, o Flying Saucer. I reperti suggeriscono che le Morning Glory erano usate nell'antico Egitto, dove le si considerava un potente afrodisiaco.

Si ritiene che l'ingrediente attivo principale nelle Morning Glory sia lo LSA, chimicamente simile al LSD e suo precursore, sebbene con effetto più blando. Non è illegale possedere piante di Morning Glory, e molti le coltivano per scopi ornamentali. È tuttavia illegale estrarre o possedere LSA, considerato una sostanza controllata in molti Paesi.

7. SALVIA

Salvia

Salvia Divinorum, o semplicemente Salvia, viene talvolta chiamata “Salvia dei Divinatori” o “dei Veggenti”. È considerata uno degli psichedelici più forti presenti in natura. La pianta è originaria delle umide foreste nebulari del Messico. Sacerdoti e sciamani hanno usato Salvia per centinaia di anni in rituali sacri, per indurre visioni ed esperienze spirituali. La si consuma di solito fumandola o in infusione come un .

Il composto attivo della Salvia è il salvinorin, e sono le foglie della pianta di Salvia divinorum che ne contengono la più elevata concentrazione. La pianta di Salvia divinorum è illegale in alcuni Paesi, compresa la maggior parte degli Stati Uniti, ma legale in altri. Attualmente, è legale in Francia, Portogallo, Olanda, e Regno Unito.

8. NOCE MOSCATA

Noce moscata

Sebbene la noce moscata (“Nutmeg”) sia reperibile praticamente ovunque in quanto spezia, è sorprendentemente potente se la si consuma per i suoi effetti psichedelici. Tre soli cucchiaini di noce moscata sono necessari per indurre un effetto psicoattivo che può durare fino a 30 ore. Il componente attivo della noce moscata responsabile dell'effetto è il Myristicin, precursore tradizionale per la MMDA. Oltre al Myristicin, si pensa che la noce moscata contenga anche altri composti psicoattivi.

Presa a basse dosi, la noce moscata non produce alcuna reazione fisiologica o neurologica osservabile. Quando la si assume a dosi più elevate per ottenere un effetto psichedelico, possono occorrere fino a 8 ore perché gli effetti si manifestino, ma possono poi durare per un lungo tempo, secondo alcuni utilizzatori fino a diversi giorni. E molti dicono che si tratta di un'esperienza per niente piacevole.

9. ROSPO DEL FIUME COLORADO (BUFO ALVARIUS)

Bufo Alvarius DMT

Il Rospo del fiume Colorado (“Colorado River Toad” – Bufo alvarius), anche noto come Rospo del deserto di Sonora, è un rospo che secerne un veleno dalle proprietà psicoattive. Le ghiandole del rospo secernono questo veleno, che contiene bufotenina e 5-MeO-DMT, che possono essere fumate. Contrariamente alla credenza popolare, il rospo non viene leccato ma “munto”, poiché l'ingestione della sostanza è tossica.

NOTIZIA CORRELATA
Animali Che Possono Renderci Fatti

Forse, conoscete la storia sui rospi che se leccati vi alterano la percezione oppure, di altre storie su animali che vi fanno fare viaggi divertenti.

Certi considerano il rospo come sacro, ed usano il suo veleno per cerimonie spirituali, come i membri della celebre “Chiesa del Rospo di Luce”. Il rospo è originario di Arizona, Nuovo Messico, e California, e lo si può trovare anche in certe zone del Messico. Sebbene l'estrazione ed il possesso di DMT e bufotenina siano proibite, l'uso del rospo per i suoi effetti psichedelici si verifica tanto di rado, e viene considerato tanto oscuro, che sono noti pochissimi casi di azioni legali.

10. Tartufi Magici

Tartufi Magici

I Tartufi Magici sono la parte che cresce sottoterra (sclerotia) di certe specie di funghi magici. Hanno un aspetto ed un sapore diverso dai funghetti magici, ma effetti psichedelici simili. I tartufi magici possono costituire un'esperienza psichedelica che può spaziare da idee inconsuete e riflessioni originali, a visioni e profonda comprensione e scoperte spirituali.

Come anche nel caso di altri funghi magici, il composto attivo nei tartufi magici è la sostanza psicoattiva psilocibina. Il contenuto di psilocibina, e dunque la potenza degli effetti, può variare a seconda del tipo di tartufi magici consumati, e dal dosaggio. I tartufi magici sono considerati illegali in gran parte dei Paesi, ma li si può acquistare legalmente in Olanda.

 

         
  Georg  

Scritto da: Georg
Stabilitosi in Spagna, Georg dedica gran parte delle sue giornate non solo al suo computer, ma anche al suo giardino. Mosso da una grande passione per la coltivazione della Cannabis e per la ricerca di sostanze psichedeliche, Georg è un vero esperto del mondo psicoattivo.

 
 
      Scopri i nostri scrittori  

Relativi Prodotti